Recensione Dibea D18


Recensione aspirapolvere senza fili Dibea D18

recensione dibea d18

recensione dibea d18

L’aspirapolvere senza fili Dibea D18, pur avendo fatto storcere il naso ai consumatori per la sua vaga somiglianza con il ben più noto Dyson 10, li ha fatti ricredere fin dal suo primo utilizzo. Il motivo? Oltre ad essere leggerissimo e pieno di accessori, la sua potenza si è rivelata una vera e propria sorpresa.

L’aspirapolvere Dibea D18, fin dal giorno della sua comparsa sul mercato dei piccoli elettrodomestici, ha fatto storcere il naso a molti acquirenti e il motivo è subito detto: guardando solo il design di questo aspirapolvere senza fili, è quasi impossibile non pensare al Dyson 10, visto che esteticamente i due apparecchi si assomigliano molto.

Anche la ditta produttrice, a differenza della Rowenta, della Dyson e di altre aziende di cui abbiamo già parlato nel nostro blog, è in parte avvolta nel mistero: da quel poco che siamo riusciti a scoprire, la casa madre si trova in Germania, più precisamente a Kleve, mentre un’altra filiale della ditta risulta attiva in Cina.

Davanti a questa mancanza di informazioni, in un primo momento abbiamo anche pensato che l’apparecchio, pubblicizzato su Internet come il Dyson low-cost per eccellenza, si trattasse in realtà di un “bidone”, di uno specchio per le allodole creato ad arte per i consumatori che non potevano permettersi il Dyson 10 o il Proscenic i7.

Tuttavia, dato che per nostra natura non ci tiriamo mai indietro davanti ad una sfida (soprattutto se quest’ultima ci viene lanciata in modo alquanto “sfacciato”), abbiamo deciso di passare oltre l’aspetto estetico e la somiglianza del Dibea D18 con il Dyson e di metterlo alla prova con il nostro test pratico.

Inutile dire che, come già accaduto ai consumatori che lo hanno acquistato, anche noi ci siamo presto ricreduti sulle capacità dell’aspirapolvere Dibea D18. E tra poco sveleremo anche il perché.

Dibea D18: specifiche del prodotto

Brand Dibea
Modello SVC-D18-A
Colore D18
Peso articolo 2,2 chili
Dimensioni del collo 69x23x16,5 centimetri
Capacità 0,55 litri
Wattaggio 120 watt
Spegnimento automatico No
Numero di velocità 2
Rumorosità 75 dB
Caratteristiche speciali Senza fili, aspirapolvere portatile e verticale 2 in 1, batteria ricaricabile, senza sacco, 9000pa potenza di aspirazione, 2200mAh batteria

Design e caratteristiche dell’aspirapolvere senza fili Dibea D18

L’aspirapolvere senza fili Dibea D18 si presenta con un design che ricorda molto il Dyson: impugnatura blu viola, tubo sul giallo e spazzola motorizzata che, guarda caso, ha gli stessi colori di quella del concorrente più famoso.

Non sappiamo cosa abbia portato i suoi creatori a scegliere gli stessi colori, tuttavia non è stata una scelta felice: a parte che, in questo modo, si rischia di confondere i consumatori, ma considerando l’ampia gamma di tonalità a nostra disposizione, crediamo che sia davvero un peccato non approfittarne per concepire qualcosa di nuovo anche nel design.

Lasciando da parte i colori e l’estetica, l’aspirapolvere Dibea D18 ci ha colpiti in modo positivo sotto altri aspetti: innanzitutto la scopa motorizzata, a differenza di quella del Dyson e del Proscenic i7 è molto più potente e riesce ad affrontare qualsiasi tipo di pavimento, dal laminato alle piastrelle, passando per le moquette e il legno.

Il corpo è molto leggero e, unito alla flessibilità dello sterzo, permette di pulire al di sotto di tutti i mobili, e con ciò intendiamo davvero tutti, senza fare fatica e in assoluta libertà.

Per i consumatori che desiderano una pulizia più profonda e accurata, la spazzola a rullo è anche dotata di un set da 4 fari a luce LED che danno la possibilità di vedere al buio e anche di raggiungere gli angoli più difficili da pulire.

Le potenti batterie al litio, ciascuna da 2200 mAh, ci impiegano soltanto 4 ore per caricarsi completamente e assicurano un’autonomia di 25 minuti.

Per quanto concerne invece gli accessori, rovistando nella confezione abbiamo trovato una bocchetta a lancia lunga, una spazzola a setole 2 in 1 per la pulizia dell’auto, della tappezzeria, delle scale e degli altri luoghi difficili da raggiungere, un supporto a parete con viti e adesivi e un manuale di istruzioni per l’utente (che è sempre molto gradito, soprattutto per chi avvicina per la prima volta il mondo degli aspirapolvere senza filo e non sa ancora bene come funzionano).

Dibea D18: il test della verità, questo aspirapolvere è meglio o peggio del Dyson e del Proscenic i7?

Per il test dell’aspirapolvere senza fili Dibea D18, visto che eravamo molto scettici, abbiamo deciso di non scegliere un ambiente particolare in cui provarlo e di partire dalla base: la pulizia del pavimento.

Non appena lo abbiamo acceso, siamo rimasti subito colpiti da un particolare: questo aspirapolvere senza fili, a differenza della scopa elettrica Rowenta car&animal care che abbiamo testato solo qualche giorno fa, è molto più silenzioso.

Con ciò vogliamo dire che, se il nostro pavimento si fosse trovato all’interno di un appartamento, e quindi di un condominio, avremmo potuto eseguire tranquillamente la nostra pulizia e senza correre il rischio di disturbare i vicini e o di incorrere nelle loro lamentele.

Il nostro sbigottimento però è diventato ancora più evidente quando, usando l’aspirapolvere con la prima velocità, non solo siamo riusciti a pulire bene il pavimento dallo sporco dei primi giorni, ma anche dalla sporcizia più ostinata e dai peli di animale.

Inoltre, e questo è un altro fatto che ci ha spinti a rivalutare il Dibea D18, se utilizzato senza la modalità turbo, questo aspirapolvere può arrivare tranquillamente ad un’autonomia di un’ora. Insomma, più che sufficiente per pulire un appartamento di 120 metri quadrati.

Da ultimo, ma non meno importante, i fari a luce LED non solo si sono rivelati più potenti rispetto che in altri modelli, ma ci hanno permesso davvero di vedere la sporcizia anche negli angoli più ostici: difatti, dopo aver visto che sul pavimento si comportava in modo egregio, abbiamo deciso di passare l’aspirapolvere Dibea D18 sotto il divano del salotto e, che dire in aggiunta, dietro di sé ha lasciato un pulito a dir poco impeccabile!

Una volta terminata la pulizia di prova, abbiamo sganciato in modo facile gli accessori dal corpo principale, anche qui senza fare troppa fatica, abbiamo premuto un pulsante per staccare il filtro della raccolta e svuotarlo nel cestino dell’immondizia, dopodiché abbiamo riposto il Dibea D18 con tutti i suoi accessori sul supporto a parete.

A conti fatti, e considerando anche il prezzo a cui viene proposto, dopo il nostro test possiamo affermare con sicurezza che il Dibea D18 è migliore non solo del Dyson 10, ma anche del Proscenic i7.

Utilizzi dell’aspirapolvere senza fili Dibea D18

L’aspirapolvere Dibea D18, se impostato sulla seconda velocità, può essere utilizzato per una pulizia profonda dei tappeti, compresi di quelli più delicati o in cui si annidano più facilmente i granelli di polvere.

Inoltre, essendo dotato di un corpo molto leggero e flessibile, questo aspirapolvere può essere usato anche per pulire la camera dei bambini, la macchina, l’ufficio e, più in generale, per igienizzare e rendere a prova di allergia quelle case in cui sono presenti animali domestici come cani e gatti.

Dibea D18: prezzo

L’aspirapolvere senza fili Dibea D18, pur essendo dotato di numerosi accessori e di un’ottima potenza di aspirazione, appartiene ai piccoli elettrodomestici di fascia bassa, quindi a differenza di altri apparecchi più rinomati è accessibile anche ai piccoli budget.

Questo aspirapolvere, diversamente dal Dyson e dal Proscenic i7, non è disponibile nei negozi tradizionali, mentre negli e-commerce lo si trova proposto ad un prezzo che in genere non supera mai i 150 euro.

Scopri adesso il nostro sconto per il Dibea D18 e porta oggi stesso a casa un’aspirapolvere senza filo che è stato giudicato dagli utenti come uno dei migliori per quanto riguarda il rapporto qualità/prezzo!

Dibea D18: vantaggi

  • Maneggevole, potente e pieno di accessori, è dotato di una spazzola per divani che è un vero portento. E non solo: tutte le spazzole incluse sono di ottima qualità.
  • Aspira in modo perfetto, anche lo sporco di diversi giorni e anche i materiali più difficili, come i peli del cane. Per questo motivo è l’apparecchio ideale per i padroni dei cani e dei gatti che cercano un’aspirapolvere senza filo efficiente, ma che non costi un patrimonio.
  • Ottimo rapporto qualità/prezzo.

Dibea D18: svantaggi

  • Design troppo simile a quello del Dyson 10, rischia di confondere i consumatori.
  • In alcuni casi, ad esempio se sul pavimento sono presenti delle briciole molto grandi, occorre passare una seconda volta.
  • Poche informazioni reperibili sulla ditta produttrice.

Dibea D18: conclusioni

L’aspirapolvere senza fili Dibea D18, pur avendo lo stesso aspetto di un Dyson 10, è dotato di molti più accessori e di una potenza di aspirazione maggiore, con l’unica differenza che il tutto viene proposto ad un prezzo più basso e molto più equo (questo perché non si paga la marca).

All’accensione risulta molto silenzioso, quindi se si abita all’interno di un condominio non si dovrà vivere nel terrore costante di disturbare i vicini o di scatenare le loro proteste quando si fanno le pulizie.

Se utilizzato in modalità normale, il Dibea D18 ha un’autonomia di circa un’ora, dunque è in grado di pulire senza troppi problemi un appartamento da 120 metri quadrati.

Se invece viene usato in modalità turbo, riesce a pulire i tappeti, la tappezzeria della macchina e, più in generale, tutti i prodotti tessili con una sola passata.

Anche per questo, soprattutto se si hanno animali in casa, risulta molto utile per rimuovere i peli di cane e di gatto dal divano.

Da ultimo, ma non meno importante, l’ottimo rapporto qualità/prezzo lo rende un’ aspirapolvere senza fili a portata di tutte le tasche e capace di competere non solo con il ben più famoso Dyson, ma anche con il Proscenic i7.

Alcune Immagini del Dibea D18

Valutazione
  • Valutazione Totale
4.5

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.