Cos’è e a cosa serve il filtro HEPA nell’aspirapolvere?

Quando vogliamo comprare un nuovo aspirapolvere ci troviamo ad avere a che fare con numeri, sigle e altre informazioni che possono essere difficili da comprendere, tra cui la sigla filtro HEPA.

Questa sigla, parlando in termini tecnici, significa “High Efficiency Particulate Air filter”: si tratta di un sistema di filtrazione ad alta efficienza per liquidi o gas, riconosciuto come standard dall’Unione Europea.

filtro hepa

filtro hepa

In pratica,È formato da una serie di foglietti in microfibre filtranti, separati da setti in alluminio, che bloccano le particelle solide (particolato) presenti nel liquido o nel gas (ad esempio l’aria) che si va a trattare; possono arrivare a trattenere particelle con dimensioni fino a 0,3 micrometri (basti pensare che lo spessore di un capello umano può variare dai 18 ai 180 micrometri).

I filtri vengono classificati in base all’efficienza di filtrazione; gli HEPA, grazie alla loro elevata capacità filtrante, fanno parte della classe dei cosiddetti “filtri assoluti”. I filtri HEPA vengono a loro volta suddivisi in altre cinque categorie, che vanno da H10 a H14, dove H10 ha una percentuale di filtrazione dell’85%, mentre H14 ha una percentuale del 99,995%.

Parliamo quindi di filtri dalle enormi capacità; non per niente sono nati dalla ricerca in campo nucleare, dove evitare la diffusione di particelle radioattive è di fondamentale importanza, e vengono impiegati anche nei laboratori di analisi, nelle sale operatorie, nei laboratori chimici e farmaceutici, non solo nei nostri amati aspirapolvere senza fili!

Una delle cose da tenere presente quando acquistiamo un aspirapolvere è sapere se è installato o meno un filtro HEPA, in modo da poter essere certi che l’aria che esce dal nostro aspirapolvere durante l’utilizzo sia filtrata e che, di conseguenza, non vengano rimesse in circolo polveri.

Perciò attenzione! Quando intendiamo acquistare qualsiasi dispositivo che contenga questo sistema di filtrazione, dobbiamo assicurarci che NON sia riportato “HEPA-type”, “HEPA-like” (che letteralmente significa “come HEPA”), “HEPA-style”, “99% HEPA”: gli apparecchi che contengono queste diciture potrebbero non soddisfare i requisiti degli standard HEPA, oltre a non essere testati da laboratori indipendenti, e quindi avere una qualità di filtraggio inferiore.

Per quanto riguarda gli aspirapolvere, un filtro HEPA H12 ha già una buona capacità di filtrazione dell’aria, e potrà permetterci di aspirare adeguatamente la nostra casa o il nostro ufficio, trattenendo le polveri e lo sporco.

Filtro HEPA sì o no

Senza ombra di dubbio il mio consiglio è di acquistare un aspirapolvere con il filtro HEPA; come già detto in precedenza, questi sistemi permettono di catturare anche particelle invisibili all’occhio umano come muffe, acari e pollini, che altrimenti sarebbero liberi di fluttuare nell’aria.

Va da sé che non basta rimuovere solo la polvere visibile, ma è necessario che l’aspirapolvere sia dotato di un buon filtro in grado di trattenere gli allergeni, in particolar modo se si soffre o si convive con una persona che è affetta da asma o allergie.

Leave a Reply